Mostra Fotografica – EREDITARE IL PASSAGGIO


Biella, 4 dic. (Adnkronos Cultura) – Dall’incontro tra nove grandi maestri della fotografia (Barbieri, Basilico, Castella, Chiaramonte, Cresci, Fossati, Guidi, Jodice e Vitali) e diciotto giovani fotografi nasce l’esposizione “Ereditare il paesaggio”, ospitata a Biella, presso il Museo del Territorio Biellese, dal 16 dicembre al 24 marzo 2008. Con la mostra a cura di Giovanna Calvenzi e Maddalena d’Alfonso, il museo piemontese ha deciso di realizzare una programmazione specifica sulla fotografia paesaggistica, inserendosi così nella tradizione della città, da sempre attenta alla documentazione fotografica, come dimostrano il lavoro di Vittorio Sella, gli archivi della fondazione Sella e di quelli della fondazione Piacenza. La rappresentazione del paesaggio è sempre stata uno degli aspetti più interessanti della fotografia italiana, specialmente a partire dal 1984, quando Luigi Ghirri, Gianni Leone e Enzo Velati organizzarono a Bari la mostra “Viaggio in Italia”, vera pietra miliare nel rinnovamento del dibattito sulla fotografia paesaggistica. La generazione di autori cresciuti intorno a questa esperienza ha utilizzato la fotografia per interrogarsi sui mutamenti che stavano avvenendo sul territorio. Le loro immagini riproponevano la frantumazione del paesaggio, il proliferare di un’architettura senza qualità e l’espandersi incontrollato delle città, senza denuncia ma prendendo atto dei mutamenti in corso. Oggi quei mutamenti hanno creato nuovi paesaggi con i quali una nuova generazione di fotografi si sta confrontando. “Ereditare il paesaggio” vuole essere quindi un’occasione di confronto e di dialogo tra queste due generazioni. I nove maestri invitati hanno contribuito con il loro lavoro a definire gli strumenti di una nuova ricerca, contaminando i confini tra arte, sociologia, urbanistica e fotografia. E a ognuno di loro, per questa mostra, è stato chiesto di scegliere due giovani fotografi, motivando con un breve scritto le ragioni delle loro scelte e mettendo in evidenza gli elementi di continuità ma anche le differenze, in una sorta di passaggio di testimone.

Il Museo del Territorio Biellese intende realizzare una programmazione specifica sulla fotografia paesaggistica, inserendosi nella tradizione della città, da sempre attenta alla documentazione fotografica, come dimostrano il lavoro di Vittorio Sella, gli archivi della Fondazione Sella e di quelli della Fondazione Piacenza.

Nove grandi maestri della fotografia – Barbieri, Basilico, Castella, Chiaramonte, Cresci, Fossati, Guidi, Jodice e Vitali – presentano diciotto giovani fotografi –  Sabatino, Gobbi, Montagna, Mangano, Milella, Campanini, Francone, Mascolo, Trinca Colonel e Picherri, Snaidero, Cimmino, Pertoldeo, Benvenuti, Porcaro, Botto, Sparanzi, Cera, Castiglioni – per confrontarsi con loro sulla fotografia di paesaggio; dall’incontro tra i maestri e i giovani autori nasce Ereditare il paesaggio, a cura di Giovanna Calvenzi e Maddalena d’Alfonso

La rappresentazione del paesaggio è sempre stata uno degli aspetti più interessanti della fotografia italiana, specialmente dall’ormai lontano 1984 quando Luigi Ghirri, Gianni Leone e Enzo Velati organizzarono a Bari la mostra Viaggio in Italia, vera pietra miliare nel rinnovamento del dibattito sulla fotografia paesaggistica. La generazione di autori cresciuti intorno a questa esperienza ha utilizzato la fotografia per interrogarsi sui mutamenti che stavano avvenendo sul territorio. Le loro immagini riproponevano la frantumazione del paesaggio, il proliferare di un’architettura senza qualità e l’espandersi incontrollato delle città, senza denuncia ma prendendo atto dei mutamenti in corso. Oggi quei mutamenti hanno creato nuovi paesaggi con i quali una nuova generazione di fotografi si sta confrontando.

Ereditare il paesaggio
16 dicembre 2007-24 marzo 2008
Biella, Museo del Territorio Biellese, Via Quintino Sella
 
Orario
dal martedì al giovedì 15-19, venerdì 15-22, sabato e domenica 10-19, chiuso il lunedì. Aperto i lunedì festivi 10-19
Possibili visite guidate e laboratori didattici su prenotazione
 
Ingresso
Intero 5 €
Ridotto 3€ (soci TCI, soci Nova Coop, pensionati e studenti)
Gratuito (abbonamento Musei Torino Piemonte, under 6 anni, over 65 anni)
 
Tel 015 2529345
Fax 015 2432791
 
info@museodelterritorio.biella.it
 
Ufficio stampa
Davis & Franceschini
Lea Codognato e Caterina Briganti
Tel 055 2347273
Fax 055 2347361
davis.franceschini@dada.it
 
Antonella Colombo
339 4899895
antonella.colombo@gmail.com
 

One comment

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...